Giuliano Vangi è un grande maestro scultore rappresentativo dell’Italia contemporanea. Nasce a Barberino di Mugello, non lontano da Firenze, nel 1931. Per allontanarsi dalla tradizione della rappresentazione dell’essere umano risalente al Rinascimento, si trasferisce in Brasile, ma ritorna in Italia dopo tre anni e da allora si concentra nel perseguire una scultura personale che esprime coerentemente la complessità dei sentimenti umani in forma figurativa. Nella mostra personale tenuta a Palazzo Strozzi nel 1967 esprime acutamente il senso di costrizione che attanaglia gli esseri umani della società moderna e riscuote l’empatia e il plauso dei contermporanei.
In seguito, dopo aver ottenuto importanti riconoscimenti in Italia, Vangi continua a presentare le sue opere non solo in Europa ma anche in Giappone e negli Stati Uniti.

Prima e dopo il 2000 gli vengono commissionate da varie chiese sculture di carattere religioso e nel 2002 riceve il Praemium Imperiale giapponese. Vangi viene considerato una grande figura all’avanguardia nella corrente della scultura figurativa italiana del dopoguerra, dove spiccano Martini, Marini e Manzù. Fa rivivere con una interpretazione contemporanea le tecniche tradizionali dell’intarsio e dei marmi policromi e le introduce nelle proprie tematiche, esaminando nel mutare dei tempi ciò che cambia e ciò che resta invariato. In questo museo dedicato alle sue sculture si potrà vedere il cammino percorso dall’artista nel periodo dal 1965 al 2009.

Dati biografici

1931 Nasce a Barberino di Mugello (Firenze).
1950 Studia a Firenze, prima all'Istituto d' Arte, allievo di Bruno Innocenti, e in seguito all’Accademia di Belle Arti. Terminati gli studi, insegna disegno presso l’Istituto d'Arte di Pesaro.
1954 Vince il concorso per un bassorilievo per il palazzo della Dogana di Ancona.
1959-62 Risiede in Brasile, dove acquisisce nuove esperienze artistiche. Dopo il rientro in Italia, si stabilisce a Varese e insegna presso l’Istituto d’Arte di Cantù.
1967 Mostra personale a Palazzo Strozzi, Firenze, organizzata da Carlo Ludovico Ragghianti
Negli anni successivi inaugura altre personali, alla Galleria Il Milione di Milano e alla Badischer Kunstverein di Karlsruhe, e partecipa a mostre in molte città d’ Europa.
Ottiene importanti riconoscimenti non solo in Italia, ma anche all'estero.
1972 Partecipa alla rassegna “Scultori italiani contemporanei” presso l’Open-Air Museum di Hakone, esponendo per la prima volta in Giappone.
1988 Prima mostra personale in Giappone, alla Gallery Universe di Tokyo
La prima mostra personale in Giappone
1991 Mostra personale a Castel Sant' Elmo, Napoli
1995 Esposizione antologica al Forte Belvedere, Firenze
1997 Completa l'ambone e l'altare per il nuovo presbiterio della cattedrale di Padova.
2000 Completa il gruppo scultoreo Varcare la Soglia per il nuovo ingresso dei Musei Vaticani.
Mostra personale “Studi per un crocifisso e opere scelte 1988-2000”, nella Sala delle Reali Poste degli Uffizi
2001 Mostra personale al Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo e all’ Open-Air Museum di Hakone
Completa l'altare con il relativo ambone per il Duomo di Pisa.
2002 Inaugurazione del Museo Vangi a Nagaizumi-cho, Shizuoka-ken
Ottiene il Praemium Imperiale per la scultura.
2004 Completa l'ambone per la chiesa di Padre Pio a San Giovanni Rotondo, progettata da Renzo Piano.
Mostra personale “Il Grande Racconto” a Milano e a Pietrasanta
2005 Mostra personale nel Salone della Ragione a Padova
2007 Mostra personale all'Istituto Italiano di Cultura a Tokyo
Mostra personale a Parma
2009 Si reca in Giappone per collocare l’opera Primavera nel giardino del Museo Vangi.
Colloca Florenzia all’ ingresso del Palazzo della Fuji Television a Daiba, Tokyo
Partecipa alla rassegna “Memorie dell'Antico nell'Arte del Novecento” a Palazzo Pitti, Firenze.
Mostra personale a Sassoferrato nelle Marche e a Berlino
2011 Mostra personale a Villa Bertelli in Forte dei Marmi
Mostra personale al Palazzo Pretorio di Barberino di Mugello
2012 Nuovo presbiterio del Duomo di Arezzo
Mostra personale al Palazzo Vesicovile di Arezzo
Attuale Attualmente vive e lavora a Pesaro e a Pietrasanata.
  • 1954年 グラツィエッラの肖像

  • 1965年 座っている人物
    photo : Shigeo Anzai

  • 1989年 紫の服の男
    photo : Shigeo Anzai

  • 1995年 三つ編みの女
    photo : Shigeo Anzai

  • 2002年 説教壇
    photo : Shigeo Anzai

  • 2009年 プリマヴェーラ