Dedicato allo scultore italiano Giuliano Vangi, questo museo unico al mondo come museo privato è stato costruito a mezza costa sulle falde del Monte Ashitaka, che si trova in schiera con il Monte Fuji, ed è stato aperto il 28 aprile 2002.
Ospita una collezione permanente di sculture create dall’artista nell’ arco di tempo dal 1960 ai giorni nostri ed esposte sia nelle sale che qua e là nel giardino, dove armonizzano con il paesaggio. La struttura museale è nell’insieme uno spazio culturale composto che, con il giardino delle clematidi godibile nelle varie stagioni, un programma di mostre temporanee di artisti contemporanei, eventi culturali di vario genere e altre attività ancora, offre una unione di universalità che valica i tempi e di contemporaneità che li riflette nel loro mutare.

Le attività del museo

Come museo, unico al mondo, dedicato interamente a Giuliano Vangi, vengono svolte varie attività di raccolta di materiale per l’informazione e la ricerca sull’artista, e di diffusione della conoscenza delle sue opere, Inoltre, seguendo i principi dell’autore stesso, vengono svolte attivit`a interattive, per coinvolgere i visitatori in esperienze uniche.

Nell’area per le mostre temporanee abbinata alla zona espositiva vengono organizzate soprattutto mostre personali di artisti giapponesi ; a conferma di una identità culturale contemporanea, vengono presentati scultori che nelle loro opere offrono nuove concezioni della scultura e che pur coscienti della tradizione aprono una nuova epoca.
Inoltre, valorizzando la sua posizione di museo di un autore italiano in Giappone, il museo mira a diffonderne l’informazione in un’ottica internazionale.
Poiché il museo si prefigge di differenziarsi, sconfinando in futuro in altri campi artistici quali per esempio la pittura, la fotografia, le installazioni, verranno inoltre organizzate mostre temporanee che condividano con i visitatori la coscienza dei problemi della nostra epoca.